Regolamento

Home / Regolamento

Associazione “Scuola di musica Corpo Bandistico S. Zanardini

A) Iscrizioni

  1. Tutti coloro che faranno domanda sono ammessi alla scuola sulla base del corso scelto (secondo la disponibilità dell’eventuale docente).
  2. Gli allievi già iscritti il precedente anno scolastico godranno del diritto di prelazione se confermeranno l’iscrizione entro 15 giorni precedenti l’avvio ufficiale dei corsi.
  3. Le iscrizioni in qualsiasi momento dell’anno saranno eventualmente possibili purché ci sia la disponibilità di trovare l’inserimento in una classe e compatibilmente con l’organizzazione della scuola.
  4. Gli iscritti oltre il termine stabilito, non potranno beneficiare delle agevolazioni economiche eventualmente prevista

B) Lezioni di strumento individuale

  1. Il corso completo prevede 32 lezioni annuali.
  2. Le date di inizio e fine lezioni verranno comunicate di anno in anno.
  3. Le lezioni di strumento sono individuali.
  4. Durante la lezione non è prevista la presenza dei genitori e di estranei a discrezione dell’ insegnante.

C) Musica d’insieme e teoria-solfeggio

  1. Le lezioni di musica d’insieme e teoria-solfeggio sono periodiche e in numero variabile a seconda dei livelli.
  2. Sono comprese nella retta e obbligatorie per l’indirizzo “strumenti a fiato e percussioni“.
  3. Il calendario degli incontri verrà affisso nella bacheca avvisi presente in sede e tramite comunicazione scritta consegnata direttamente a ciascun allievo.

D) Assenze

  1. Le lezioni non svolte per assenza dell’allievo non verranno ne recuperate ne rimborsate.
  2. Le lezioni non svolte per assenze dell’insegnante saranno sempre recuperate entro il mese di giugno; nell’impossibilità di un recupero verranno rimborsate alla fine dei corsi

E) Modalità di pagamento

  1. Per frequentare le attività dell’associazione gli allievi devono diventare soci dell’associazione “Scuola di musica corpo bandistico S.Zanardini” versando la quota associativa non rimborsabile stabilita di anno in anno dal Consiglio Direttivo e riconfermandola all’inizio di ogni anno solare successivo; inoltre è previsto il pagamento di una quota d’iscrizione ai corsi.
  2. Le rette di frequenza mensili dei corsi devono essere pagate entro la fine del mese di riferimento con le seguneti modalità:
    • In segreteria presso Palazzo Frera via Matteotti, 9 secondo piano, aperta il Sabato pomeriggio dalle ore 14.30 alle 18.30 e il Martedì sera dalle ore 20.30 alle 22.30.
    • Con bonifico bancario alla “Scuola di musica corpo bandistico S.Zanardini” UBI banca filiale di Castenedolo,  IBAN: IT47L0311154270000000015993
  3. Le rette di frequenza mensili sono indipendenti dal numero di lezioni effettuate nel mese di riferimento, devono essere sempre pagate tranne nel caso di un’unica lezione effettuata nel mese. Alla fine dell’anno scolastico verrà effettuato il conguaglio tra le lezioni effettuate e pagate.
  4. Per gli allievi che si iscriveranno ad anno scolastico iniziato, sono comunque in ogni caso tenuti a versare per intero la quota d’iscrizione ad eccezione di iscrizioni tardive negli ultimi due mesi dell’anno scolastico.
  5. Si richiama l’ attenzione sulla puntualità del versamento delle rette mensili per rispetto del lavoro svolto dagli insegnanti.

G) Materiale e strumenti musicali

  1. Gli allievi devono portare il materiale richiesto dall’insegnante.
  2. Gli allievi di strumenti a fiato che hanno ricevuto in comodato d’uso lo strumento musicale devono tenere in ordine ed in buono stato il proprio strumento. Eventuali manutenzioni, dovute all’usura, devono essere segnalate all’insegnante e/o al presidente; i danni causati da alterazione, manomissione, negligenza, incuria, cadute, ammaccature e rotture, saranno completamente addebitate all’allievo che li ha causati.
  3. Ogni altro danno causato ai beni mobili e immobili dell’associazione saranno risarciti dall’autore.

H) Disposizioni in materia di uscita dei minori di 14 anni dai locali dell’ associazione.

  1. La responsabilità dei minori di 14 anni che escono autonomamente dai locali dell’ associazione ricade  sui genitori che hanno dichiarato di sollevare l’associazione da tale onere.
  2. Gli insegnanti devono accertarsi personalmente del ritiro dell’ allievo e dell’ uscita di esso in modo autonomo.


IL PRESIDENTE